Between | Una serie già vista?

Between, serie canadese coprodotta da Netflix, sembra voler riproporre, senza il fascino del mistero, una situazione analoga a molte serie televisive: Under the Dome, Flashforward… Secondo la critica siamo davanti a una serie già vista.

Abbandonati e traditi

Un virus colpisce la piccola e tranquilla cittadina di Pretty Lake. La popolazione è decimata, sopravvivono solo coloro che hanno un’età inferiore a ventidue anni. Per scongiurare che l’epidemia si propaghi, il governo isola il perimetro cittadino con fili spinati, campi minati e soldati armati. Ma lascia anche i ragazzi in balia del proprio destino senza cibo, tagliando linee del telefono e qualsiasi altro collegamento.

I sopravvissuti  non devono comunicare con il mondo esterno quello che da lì a poco emergerà, cioè che il virus è conseguenza di un esperimento mal riuscito per il controllo demografico. Gli adulti sono stati sterminati e, senza, guida alcuna, i ragazzi devono cercare da soli di contenere fenomeni di violenza e sciacallaggio.

Una comunità senza adulti

All’inizio di Between, l’organizzazione di questa giovanissima società segue il protocollo più scontato: il figlio della famiglia più ricca, Chuck, tenta di prendere il potere,  Adam, il genio, di comprendere quanto stia succedendo, Melissa, la figlia del pastore, di aiutare i piccoli orfani, Ronnie e Pat, i fratelli emarginati, di rifiutare le regole.

Tra i personaggi più in vista anche un generoso allevatore, Gord, e Wiley, una ragazza madre che ricoprirà un ruolo molto importante nella serie. In Between è inevitabile che la storia sia corale. Particolarmente interessanti il riscatto morale di Pat, dell’ex galeotto Mark e di Wiley che da problematica teenager conquista un’inaspettata maturità.

Il gruppo leader, senza guida adulta, sebbene con qualche contrasto interno, riesce a stabilire una linea condivisa di comportamento:  prendersi cura degli orfani, scoprire la verità di quanto è successo, cercare di far conoscere al mondo la loro condizione, lottare per liberare e salvare i bambini.

between-istantv-1

Between: un tema non scontato

Between non è certo un capolavoro stilistico e la faccenda degli esperimenti sul controllo demografico appare deludente, passata di moda. Eppure la serie manda un messaggio interessante sul quale bisognerebbe riflettere.

La linea di filo spinato, i campi minati e i soldati delimitano visivamente e metaforicamente due mondi: da una parte i ragazzi che, nonostante tutto, non sono dominati totalmente dal cinismo e dalla sete di potere; dall’altra gli adulti, compresi i padri, che hanno disprezzo per la vita umana, che sono pronti a seminare cadaveri in nome del profitto, del potere, incarnato da un’anziana donna ministro.

Ecco il trailer italiano di Between

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *