I SOPRANO

I SOPRANO

IL TRIONFO DELL’ANTIEROE

 

Serie televisiva cult negli Stati Uniti, tanto da essere giudicata dal New York Times come “l’opera della cultura pop più importante dell’ultimo quarto di secolo, I Soprano è incentrato sulle vicissitudini personali e familiari di Tony Soprano, influente boss della mafia italoamericana. A partire dal 16 luglio 2015 Sky Atlantic ripropone l’intera serie composta da 6 stagioni.

 L’autore de “I Soprano”, David De Cesare (in arte David Chase), pur traendo ispirazione da un collaudato filone cinematografico che annovera opere quali “Nemico Pubblico” di William A. Wellman., “Scarface – Lo sfregiato” di Howard Hawks, “Piccolo Cesare” di Mervyn LeRoy, e la trilogia de “Il padrino” di Francis Ford Coppola, se ne discosta abilmente, riuscendo a sfruttare l’elemento della serialità per delineare un plot complesso ed avvincente. Le prime due stagioni attualmente in onda focalizzano l’attenzione sulla difficile convivenza tra Tony, spietato boss del New Jersey. appartenente alla famiglia dei DiMeo e la cosca degli “Aprile” cui è affiliata. Il protagonista deve anche fare i conti con il suo passato. In questo contesto a conferire profondità alla narrazione è senza dubbio il rapporto tra Tony e la sua psicanalista, la dottoressa Melfi. Questo peculiare legame ha consentito agli sceneggiatori di sondare in profondità gli stati d’animo del protagonista, cogliendone i conflitti interiori e i sensi di colpa, e contribuendo alla definizione di un plot complesso e stratificato. Sul lettino della terapeuta emerge il rapporto conflittuale con la madre Livia, donna autoritaria e poco attenta ai bisogni dei figli. Tony è intanto attratto dalla sua psicoanalista. Questa fragilità condiziona fortemente la sua capacità di gestire gli affari e il suo umore in famiglia: alterna costantemente scatti d’ira a crisi depressive. Il pathos raggiunge livelli elevati alla morte di Jackie, il capo degli “Aprile”. In un contesto martoriato da tradimenti e pedinamenti dell’FBI, Tony e suo zio Corrado Junior Soprano, iniziano a farsi la guerra per il controllo degli affari in New Jersey e a New York. Scampato all’attentato ordito dallo zio, Tony, dovrà vedersela con Richie Aprile, fratello del defunto Jackie, deciso a riprendere il controllo della sua cosca. Drama contraddistinto da innumerevoli intrecci e colpi di scena, “I Soprano” pone lo spettatore di fronte alla simbologia, ai rituali e ai codici d’onore tipici del contesto malavitoso. Essi sono qui minutamente descritti e delineano una drammaturgia in grado di condensare con efficacia riflessione esistenziale e dimensione socio politica.taglioAlta 001826 La rappresentazione verosimile dei contesti di vita malavitosa, il costante rimando tra dimensione pubblica e dimensione privata, e la grande attenzione rivolta alla dimensione psicologica dei personaggi, sondati nella molteplicità delle loro sfaccettature e soggetti ad evoluzioni nel corso delle puntate, rivelano la complessa visione socio-antropologica di cui è permeata la serie. Gli autori sono stati capaci di sfruttare l’elemento seriale per indagare il vissuto dei protagonisti nella loro complessità, cogliendone le trame oscure ed i conflitti risolti, senza perdere mai di vista la dimensione morale. I numerosi personaggi che irrompono sulla scena nel corso delle puntate non generano confusione, ma arricchiscono la drammaturgia, mantenendo alta la tensione e la curiosità del pubblico. I Soprano va dunque apprezzato per il grande impegno profuso dagli autori nel delineare un microcosmo articolato, in un plot dove l’azione e la cruda rappresentazione della realtà si sposano alla perfezione con la riflessione esistenziale. Tony è quindi un antieroe in perenne conflitto con sé stesso e con la realtà che lo circonda: la sua attitudine al comando si scontra inevitabilmente con il suo vissuto interiore delineando un universo nel quale il pragmatismo e la smania di affermazione dell’individuo si scontra con la necessità di fermarsi, di guardare dentro sé stessi per non lasciare inascoltata la voce del passato, il ricordo ed il “non risolto. Un serial godibile, da gustare fino in fondo per coglierne le mille sfumature ed il raffinato intreccio drammaturgico.

Genere: serial drama
Titolo originale: The Sopranos
In onda dal 16 luglio su Sky Atlantic (canale 110) ogni giovedì alle 21.10
Ideatore: David Chase
Casa di produzione: HBO
Interpreti principali: James Gandolfini: Tony Soprano; Lorraine Bracco: Dott.ssa Jennifer Melfi; Edie Falco: Carmela Soprano; Michael Imperioli: Christopher Moltisanti; Dominic Chianese: Corrado Junior Soprano; Steven Van Zandt: Silvio Dante; Tony Sirico: Paulie Gualtieri; Robert Iler: Anthony Soprano, Jr.; Jamie-Lynn Sigler: Meadow Soprano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *