IL COLD CASE ITALIANO | UNA PALLOTTOLA NEL CUORE 3

Un ottimo ritorno di Proietti in tv con la terza stagione de “Una pallottola nel cuore”, la fiction sui cold case di una nota redazione giornalistica. La prima puntata, mercoledì 11 settembre su Rai Uno, ha raggiunto il 20,8% di share.
Bruno Palmieri è ormai un giornalista in prepensionamento che lavora presso la testata dove sua figlia, Maddalena, è diventata vice direttore. Questo nuovo fatto ha attirato l’invidia del collega Martelli, quel giornalista prima speranzoso poi convinto che avrebbe assunto una qualifica superiore; tuttavia in questo momento deve occuparsi anche di un caso ben più complicato, quello di metter su famiglia con sua moglie, la capo-redattrice del giornale.
Una famiglia Maddalena ce l’ha già, Michele e Francesca figlia di Enrico il vice questore, col quale ha vissuto cinque anni prima.
È proprio sulla figura di quest’ultimo che si impernia la nuova stagione.

Nella prima puntata infatti viene ucciso barbaramente, probabilmente per un caso che stava seguendo personalmente. L’impatto è devastante, soprattutto per Maddalena con cui vi era stato un rapporto conflittuale negli ultimi tempi e avevano deciso di separarsi anteponendo il lavoro agli affetti. Quando si re-incontrano in un bar, discutono e non trovano la soluzione del loro problema.
Accanto al caso della morte di Enrico, ruotano casi di natura sociale come l’immigrazione e ciò che il fenomeno rappresenta.
Bruno Palmieri è dunque pur sempre il personaggio principale attorno a cui si muovono tutti gli altri, che li sostiene e li sprona a seconda delle situazioni, perché ognuno di noi ha una pallottola nel cuore, un dubbio un nodo che torna dal passato e che deve essere estirpato per affrontarlo.
Una fiction che mantiene il pregio della recitazione di Proietti e della simpatia degli attori scelti con cura.

 

Una pallottola nel cuore 3
Con Gigi Proietti, Francesca Inaudi, Marco Marzocca, Paola Minaccioni, Ruben Rigillo, Giovanni Scifoni, Sergio Assisi, Mariella Valentini, Licia Maglietta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *