Le terrificanti avventure di Sabrina

Cinquanta sfumature di Nero

Non è un reboot, né un prequel della sit-com degli anni Novanta, Sabrina vita da strega. La nuova serie, Le terrificanti avventure di Sabrina, è molto più spaventosa dell’originale. Incantesimi, riti satanici in latino, viaggi agli inferi, morti, sepolture e resurrezioni, negromanzia, atti di cannibalismo. E chi più ne ha più ne metta. La svolta dark e horror è una certezza.

sabrina-istantv2

Le terrificanti avventure di Sabrina, creato per Netflix da Aguirre-Sacasa, è un teen drama sicuramente originale. Riesce infatti a spaventare anche gli adulti. Le immagini hanno spesso un impatto visivo raccapricciante. I momenti horror sono tuttavia bilanciati dagli spunti tipici del dramma adolescenziale e della commedia sentimentale.

sabrina-istantv3

La nuova Sabrina, interpretata Kiernan Shipka, è un’adolescente testarda e volitiva. L’ambientazione è Greendale, una cittadina circondata da foreste che creano un contesto dark ideale. Sabrina vive in una grande casa, sede della ditta di onoranze funebri Spellman, insieme alle sue due zie streghe Hilda e Zelda e a suo cugino Ambrose. Una casa illuminata da candele, con lunghissimi corridoi e inquietanti sotterranei.

sabrina-istantv4

La secolare tradizione delle streghe vuole che, una volta compiuti i sedici anni, una strega rinunci a qualunque legame mortale per dedicare se stessa e la propria vita a Satana. Peccato che per Sabrina la natura umana sembra prevalere.  Non vuole infatti rinunciare alla sua libertà. Ama Harvey e farebbe qualsiasi cosa per vederlo felice. Ma è pur sempre un’adolescente e come tale si sopravvaluta di fronte al pericolo.

Non si può avere il potere delle streghe e l’amore, le amicizie e tutte le gioie dei mortali contemporaneamente. Sarebbe troppo. E’ inevitabile che il prezzo da pagare sia molto alto. Sabrina però non può accettare passivamente la chiesa satanista che oltre alle arti magiche crea una sottomissione inaccettabile.

sabrina-istantv5

La nostra eroina usa le sue arti preternaturali sempre nel tentativo di aiutare gli amici e il fidanzato Harvey, fino all’ultimo ignari del suo essere una mezza strega. Deve barcamenarsi tra le sue due nature. Non solo. E’ paladina delle libertà femminili della sua generazione che tanto contrastano con i progetti della famiglia. Le zie e i rappresentanti della Chiesa della Notte vorrebbero farla rinunciare alla sua vita da mortale e farla diventare un’accolita fedele del Signore Oscuro. Sabrina si ribella, ma scherza con il fuoco.

In una intervista alla protagonista è stato chiesto se l’esperienza di citare Satana fosse stata alquanto strana e divertente. La Sabrina della serie ha così risposto:
“Qualche volta sì, certamente. Abbiamo avuto una splendida troupe e ogni volta qualcuno starnutiva sul set tutti urlavano ‘Lode a Satana!’. Questo è lo spirito alternativo con il quale abbiamo affrontato la cosa. Abbiamo dimenticato che potrebbero esserci persone lì fuori che non usano in particolare il termine Satana. (…) Non sono credente, perciò non ho alcun legame con questa parola. Trovo il tutto divertente”.

sabrina-istantv6

Quando si tira in ballo un tema universale come la lotta tra il bene e il male, è impossibile ridurre tutto a un giochetto divertente. Della prima serie, emergono due aspetti non trascurabili: l’interesse del Signore Oscuro per Sabrina, il paziente piano escogitato dalla professoressa Wardell aka Madam Satan per corrompere la giovane protagonista e costringerla a porre la sua firma sul libro di Satana.

sabrina-istantv7

Sabrina, come sappiamo, ha una doppia natura, metà umana metà strega. La parte umana è particolarmente sensibile al bene. Corruptio optimi pessima est, declamavano i latini, ed è per questo che l’anima di Sabrina non può non interessare Satana. Lewis, con il suo capolavoro, Le lettere di Berlicche, converrebbe.

Il piano per corromperla, quindi, non può che fare leva sulla sua generosità, sul suo amore per Harvey, sul suo attaccamento alla sua città e alle sue amiche.

Fin qui, non possiamo che trovare elementi assolutamente interessanti.
Sabrina è inoltre battezzata per volontà della madre, una umana, che a suo tempo sposò per amore il sommo sacerdote della Chiesa di Satana. Sebbene risulti per questa ragione intoccabile, la sua anima fa ancora più gola alle forze del male.

Nella storia, però, la lotta tra il bene e il male, tra Dio e Satana si sposta in un solo territorio.

Il mondo umano e illuminato dalla fede viene completamente abolito dalle dinamiche drammaturgiche. La guerra avviene solo nel terreno tenebroso dei seguaci di Satana. Seguaci che tra di loro hanno differenti posizioni. A volte contraddittorie e poco coerenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *