MIA AND ME

MIA AND ME

QUANTO E’ UTILE IMPARARE A VOLARE

Unicorni, elfi, battaglie tra bene e male, problemi scolastici e animaletti parlanti, il tutto condito da una vera e propria esplosione di colori. Insomma, in “Mia and me” c’è… proprio tutto quello che serve a far impazzire le bambine di tutto il mondo. La protagonista del cartone è una ragazza rimasta orfana, buona e sensibile che custodisce un meraviglioso segreto: il padre le ha lasciato un libro magico, chiave di entrata per un mondo parallelo, nelle cui vicende la figlia si troverà sempre più coinvolta. Questo

mondo incantato, Centopia, è infatti minacciato dalla perfida regina Panthea, che lo vuole far diventare un arido deserto per accrescere il suo potere. Le bambine vengono in primo luogo stuzzicate nella loro fantasia: quale di loro non vorrebbe vivere in questo magico universo colorato? Ma fuor di metafora, le piccole spettatrici sono stimolate anche in altri sensi: per Mia Centopia non è una fuga dai problemi reali. Lei viene infatti “chiamata” dal libro tramite il suo braccialetto, che si illumina se nel regno incantato ci sono dei guai; questo mondo parallelo è dunque il modo che ha la protagonista di sperimentare se stessa, di mettere alla prova il suo coraggio e le sue risorse. Alla fine, tutto ciò che ha acquisito lo mette a frutto per risolvere i suoi piccoli problemi quotidiani, ai quali fa prontamente ritorno. Mia non ha poteri magici ma ciò nonostante riesce a fare la differenza nell’eterna lotta tra bene e male (una lezione utile che non si apprende mai troppo presto). Centopia rappresenta anche il regno della fantasia, un mondo che la piccola custodisce e fa di tutto per tenere segreto e così dovrebbe essere anche nella vita reale. L’immaginazione va protetta poiché permette ai bambini di mettere alla prova se stessi in una zona di sicurezza e dovrebbe essere sempre alimentata perché aumenta la conoscenza di loro stessi e delle loro capacità. Dopotutto, “le favole non insegnano ai bambini che i draghi esistono, questo i bambini lo sanno già. Le favole insegnano che i draghi possono essere sconfitti” (Gilbert Keith Chesterton). In “Mia and me” ci sono due Mia, una reale e una che si trasforma in una graziosissima fanciullina dai capelli rosa, perché in effetti c’è una Mia in ognuno di noi. L’ho già detto che ci sono gli unicorni?
Rai Gulp, dal lun al giov 11.40- ven 10.25- sab 17.55

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *