The Sinner

The Sinner è una miniserie in otto puntate ispirata all’omonimo romanzo di Petra Hammesfahr.

Domenica 4 febbraio, nel corso di una maratona durata dalle ore 17.30 alle 23.00 Premium Stories, ha trasmesso tutte e otto le puntate di The Sinner, miniserie ispirata all’omonimo romanzo di Petra Hammesfahr. La miniserei è valsa a Jessica Biel la candidatura ai Golden Globe come migliore attrice protagonista. L’episodio pilota è stato riproposto sulla stessa emittente il 6 febbraio alle 21.15.

The Sinner: l’episodio pilota

Cora Tannetti sembra condurre una vita tranquilla, lavora nell’azienda del cognato, ha un figlio da crescere ed è circondata dal calore di Mason, marito presente e premuroso. Tuttavia qualcosa non va: dagli occhi e dall’espressione del suo viso traspare un sentimento di angoscia e mistero, un malessere che lo spettatore non è ancora in grado di decifrare, ma che sembra rendere opprimente ed insopportabile la vita di Cora.

Durante una gita al mare un episodio banale suscita in lei una reazione imprevista, che cambierà per sempre la sua vita. Mentre sbuccia una mela al figlio, Cora osserva una coppia che amoreggia e dall’atteggiamento dei due si convince che Lia Belmont, la donna che giace innanzi a lei, sia abusata dal compagno. D’improvviso si alza in piedi angosciata e con lo sguardo perso nel vuoto uccide lo sconosciuto, Frankie Belmont, infliggendogli innumerevoli coltellate.

Di fronte al giudice la donna confessa la sua colpevolezza rifiutando la difesa di un avvocato. Il caso sembra chiuso, ma il detective Harry Ambrose (Bill Pullman), uomo instabile ed insoddisfatto, intende andare al fondo della vicenda per far luce sulle dinamiche ed il movente di un delitto dai contorni poco chiari.

Sono queste le premesse di una serie che si preannuncia molto interessante. L’episodio pilota di The Simmer si colloca a metà strada tra il thriller psicologico ed il drama. Grazie ad un uso attento ed efficace dei flashback The Sinner si propone di indagare sul passato di Cora, sul dramma interiore di una donna che ha vissuto un’infanzia traumatica a causa della religiosità bigotta dei suoi genitori.

Ecco il trailer di The Sinner in lingua originale:

The Sinner: la struttura del primo episodio

I salti temporali che contraddistinguono questo episodio intendono far luce sul senso di colpa atavico che divora la protagonista nella sua quotidianità, un vissuto irrazionale, una ferita indelebile scaturita dal ricordo di una madre superstiziosa e fanatica, che colpevolizza la sua bambina di esser venuta al mondo, accusandola di averle sottratto tutte le energie che avrebbe potuto spendere per seguire sua sorella Phoebe, affetta da una grave malattia.

Situazioni e ricordi appena abbozzati, che tuttavia già in questa prima puntata rivelano l’esistenza tormentata di Cora, donna prigioniera di un passato dal quale non riesce a sfuggire. Da qui il suo atteggiamento ambivalente nei confronti di suo marito Mason, uomo a cui si aggrappa, unica ancora di salvezza, ma al quale, ora, dopo l’orrendo misfatto, riconosce il diritto di rifarsi una vita lontano da lei, nell’impossibilità di condividere con lui il malessere ed il dolore profondo che la lacerano.

Il dolore è dunque uno dei perni attorno a cui ruota l’intero episodio, insieme all’apparente ineluttabilità di un gesto folle attraverso cui Cora spera di liberarsi dai demoni del suo passato. Uno degli aspetti più interessanti di The Sinner risiede nel ribaltamento di prospettiva rispetto ai crime canonici.

Qui infatti la protagonista rivela subito la sua responsabilità ed accetta di espiare la sua colpa, mentre il detective Harry Ambrose, sceglie di indagare su un caso già risolto, non tanto per pietà o commiserazione nei confronti della “peccatrice”, quanto per entrare in contatto attraverso un rapporto di empatia con Cora con il nucleo più profondo di sé.

Questo ribaltamento conferisce ulteriore interesse ad un prodotto che, grazie all’artificio dei flashback e a una sana dose di suspance, sembra già adesso in grado di catturare l’attenzione degli appassionati e di destarne la curiosità.  Ci auguriamo che nei prossimi episodi la drammaturgia si arricchisca di ulteriori elementi: il tormento e le frustrazioni del passato non sono infatti sufficienti a spiegare il gesto così folle e repentino di Cora. E già alla fine del primo episodio grazie alle indagini di Hanry si insinua nello spettatore il sospetto che vittima e carnefice si conoscessero.

Il mistero si infittisce, ma siamo certi che grazie all’ottima regia, ad una drammaturgia ricca di colpi di scena, al ritmo incalzante del montaggio e all’ottima interpretazione della Biel (qui anche produttrice della serie), The Sinner continuerà a regalare piacevoli soddisfazioni ai suoi fan.

The Sinner: dove vedere la serie?

In onda dal domenica 4 febbraio in modalità binge watching, dalle ore 17.30 alle 23.00 (e in lineare da martedì 6 febbraio in prima serata alle 21.15).

Interpreti principali Jessica Biel: Cora Tannetti; Bill Pullman: Detective Harry Ambrose; Christopher Abbott: Mason Tannetti; Abby Miller: Caitlin Sullivan;

Regia: Antonio Campos

Ideatore:  Derek Simonds

Casa di produzione: Iron Ocean, Universal Cable Productions

Francesco Dentici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *